News

MEGLIO UN MORTO IN CASA CHE UN MARCHIGIANO ALLA PORTA

Mercoledì 28 Gennaio presenteremo al CSA SISMA di Macerata 4 storie a fumetti sul tema “Meglio un morto in casa che un marchigiano alla porta” realizzate da Fausto FUSTOZ Medori, Francesco PACIARAW Paciaroni, Christian BEN Bendelari e Ugo NOOZ Torresi. Saranno esposti fumetti e illustrazioni dei 4 artisti, il tutto accompagnato da robuste dosi di alcool e dalla musica di LANFRANKO-B.

volantinofinale

Cos’è “Meglio di un morto in casa?”

megliodiMeglio un morto in casa che un marchigiano alla porta“. Questo è il vecchio detto di origine papalina che girava nello stato pontificio prima dell’unità d’Italia. Ma non perché i marchigiani fossero cattivi, ma per la loro abnegazione al lavoro: infatti erano usati come esattori delle tasse. In questo blog non si parla di papi (forse si, ma sarà in maniera assolutamente e volutamente denigratoria), ne di stati (anche qua sarà solo in maniera dissacrante contro qualunque forma di potere), ne di tasse (le tasse sono un problema per i ricchi, noi non abbiamo nulla, per cui nulla possiamo dare). Abbiamo la nostra arte, ed ecco qua come 2 marchigiani, anziché fare gli esattori, usano il loro poco tempo libero per cercare di raccontare storie grazie alla più difficile e denigrata forma d’arte: il fumetto.