MEGLIO UN MORTO IN CASA CHE UN MARCHIGIANO ALLA PORTA

Mercoledì 28 Gennaio presenteremo al CSA SISMA di Macerata 4 storie a fumetti sul tema “Meglio un morto in casa che un marchigiano alla porta” realizzate da Fausto FUSTOZ Medori, Francesco PACIARAW Paciaroni, Christian BEN Bendelari e Ugo NOOZ Torresi. Saranno esposti fumetti e illustrazioni dei 4 artisti, il tutto accompagnato da robuste dosi di alcool e dalla musica di LANFRANKO-B.

volantinofinale

Annunci

Riot Against War

A Novembre 2014 abbiamo partecipato con due storie al concorso “Riot Against War” indetto dal Bocciodormo di Vicenza in collaborazione con Becco Giallo.
“GIOCO SCEMO” di Fausto Medori si è aggiudicata il primo posto, mentre “NO”, sempre scritta da Medori e disegnata da Francesco Paciaroni è arrivata terza.

Buona lettura!

gioco scemo_HD

NO! HD

Virtual Reality

A Capodanno 2013, anzichè portare in vacanza le nostre rispettive compagne, abbiamo deciso di impiegare le nostre ferie per realizzare una storia disegnata a 4 mani intitolata “Virtual Reality”. Il fumetto è stato realizzato per la fanzine romana “Cabzine”.

virtual reality

 

7 Giorni Rossi

7 Giorni Rossi

7 Giorni Rossi

7 Giorni Rossi” è il blog che abbiamo aperto in occasione delle celebrazioni per il centenario della Settimana Rossa:
“Il 7 giugno 2014 è stato l’anniversario della “Settimana Rossa”. Molto si è scritto, ancora di più si è detto ma, nonostante tutto, la memoria si sta cancellando. Per questo abbiamo deciso di creare 2 mini graphic novel dedicate ai rivoluzionari eventi di un secolo fa. Non è intenzione degli autori (Fausto Medori e Francesco Paciaroni) fare una descrizione storica della vicenda, ci sono già quantità di libri, documentari e un fumetto che affrontano, più seriamente, l’argomento. Quello che ci proponiamo di fare è regalare 2 piccole perle emozionali, vogliamo raccontare la “Settimana Rossa” attraverso gli occhi di anziani che raccontano a dei bambini quello che a loro volta fu loro raccontato alla stessa età. Racconti in dialetto, un po’ sconclusionati, che non compaiono nei libri di storia ma che hanno, nelle loro contraddizioni orali, tutta la potenza di quei “7 giorni rossi” che hanno fatto sognare il popolo e tremare il potere. Non vogliamo stravolgere la realtà storica. Per quello ci sono gli storici. Vogliamo ricordare con una passione, che al giorno d’oggi è considerata sbagliata, ma che potrebbe ancora fare la differenza, cosa vuol dire entrare nel mito popolare per valori come: pace, libertà e uguaglianza. Ora e sempre, RESISTENZA!”

pdf

Scarica il pdf

 

Titolo: Cosa Significa
Storia e Disegni: Fausto Medori
Titolo: 7 Giugno
Storia: Fausto Medori
Disegni: Francesco Paciaroni

I nostri "Doctor Who"

Doctor Who 50 Years Tribute

Doctor Who 50 Years Tribute

Nel Febbraio 2014 abbiamo realizzato due storie per lo “Special Comics Tribute: 50 years with Doctor Who” indetto da Fumettomaniafactory.
Le due storie possono essere lette qui di seguito oppure scaricate.

 

Titolo: Dreaming of the Welfare
Storia e Disegni: Fausto Medori
pdf
 INTRO

Ieri? Oggi? Domani?
Comunque notte, Londra.
Ennesima apparizione del Dottore, che si avvia a salvare il nostro pianeta, ma…
Un gesto abituale, un rituale solito e tipico non compiuto: a chi non è mai capitato di dimenticare le chiavi di casa? O di non chiudere la macchina?
E se un povero diavolo ne approfittasse?

Titolo: 28 Seconds Later – MiZunderstanding
Storia: Fausto Medori
Disegni: Francesco Paciaroni
pdf
 INTRO
 La finzione diventa realtà… e viceversa.
A volte, pochi secondi, non fanno capire che cosa sta accadendo attorno a noi.
L’arrivo del Dottore questa volta presenta una situazione orrorifica, riuscirà a salvarsi da una fine brutale e tremenda?
O è tutto un equivoco? Una incomprensione?

Cos’è “Meglio di un morto in casa?”

megliodiMeglio un morto in casa che un marchigiano alla porta“. Questo è il vecchio detto di origine papalina che girava nello stato pontificio prima dell’unità d’Italia. Ma non perché i marchigiani fossero cattivi, ma per la loro abnegazione al lavoro: infatti erano usati come esattori delle tasse. In questo blog non si parla di papi (forse si, ma sarà in maniera assolutamente e volutamente denigratoria), ne di stati (anche qua sarà solo in maniera dissacrante contro qualunque forma di potere), ne di tasse (le tasse sono un problema per i ricchi, noi non abbiamo nulla, per cui nulla possiamo dare). Abbiamo la nostra arte, ed ecco qua come 2 marchigiani, anziché fare gli esattori, usano il loro poco tempo libero per cercare di raccontare storie grazie alla più difficile e denigrata forma d’arte: il fumetto.